Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Tirocinio Post Lauream

StudioPsiche è convenzionato con l’Università degli Studi di Parma e con l’Università degli Studi di Trento ed è aperto ad altre convenzioni. I neolaureati che lo richiederanno, potranno effettuare qui il tirocinio post-laurea entrando a far parte di una realtà dinamica e flessibile, in cui gli psicologi in formazione potranno esperire in prima persona i diversi contesti clinici in cui si troveranno in futuro. Il percorso, di un anno o sei mesi in base alle richieste dell’università e alle esigenze del neolaureato e dello Studio, prevede l’acquisizione delle competenze indispensabili per la professione futura.

StudioPsiche rappresenta un ambiente in continua trasformazione, in cui la collaborazione con altri professionisti e con contesti differenti da quello clinico, sono considerati ingredienti essenziali per la crescita professionale e il bene del paziente. Per questo motivo, il tirocinante avrà la possibilità di entrare in contatto direttamente con ambienti differenti, come quello aziendale, scolastico e clinico, e con figure che hanno una formazione diversa.

Mindfulness

La mindfulness è una pratica di meditazione che viene definita come il “prestare attenzione con intenzione, al momento presente e in modo non giudicante”.
Sempre più orientamenti la inseriscono nel trattamento terapeutico e anche nelle prime sedute di consulenza, in caso il paziente ne esprimesse il desiderio e/o sotto consiglio dello psicologo stesso. Praticare la mindfulness regolarmente porta numerosi benefici fisici e psicologici, tra i quali: una maggiore motivazione, una maggiore capacità di focalizzarsi sui propri obiettivi e di raggiungerli, aumento dei comportamenti prosociali, una migliore gestione emotiva, maggiore resilienza e capacità di gestire lo stress. StudioPsiche offre questo tipo di servizio sia a livello individuale, durante le singole sedute, sia in gruppo. Le sedute di mindfulness di gruppo vengono organizzate anche nei weekend ed eseguite all’interno di parchi e giardini, al fine di mettere in contatto l’individuo e il gruppo con la natura.

Formazione in azienda

StudioPsiche si occupa di formazione in azienda, attraverso diverse attività formative ideate ad hoc in base alle esigenze dei singoli contesti. Tra queste attività, emergono:

1) Strategie d’intervento e di prevenzione dei danni psicologici, di promozione della resilienza, e di coping, ovvero di modalità di adattamento utili per affrontare situazioni stressanti, attraverso il focus sull’importanza del riconoscimento di un’emozione per affrontarla e gestirla. Ci si concentra sulla possibilità di trasformare le relazioni conflittuali in opportunità, portando la nostra lente d’ingrandimento sull’ human factor, per capire meglio quali siano le reazioni umane a eventi stressanti, avversi e minacciosi, favorendo la diffusione di consapevolezza tra i lavoratori;

2) Problem solving: lavorare sul problem solving in un contesto di gruppo significa promuovere la flessibilità nei singoli, la loro creatività nel risolvere i problemi sia individualmente sia in team, la capacità di stare in gruppo e quindi il saper accettare il punto di vista altrui, attraverso un maggiore sviluppo dell’intelligenza emotiva.
Tutto ciò porta ad una minore conflittualità nel contesto di lavoro e, di conseguenza, ad una migliore produttività;

3) Public speaking: nei contesti aziendali vi sono molte occasioni in cui bisogna esprimersi in pubblico. In tali circostanze, non basta possedere buone doti comunicative, ma è fondamentale la padronanza di sé stessi e una funzionale gestione della propria emotività. Il corso trasmette ai lavoratori gli strumenti necessari per gestire il proprio stress emotivo in situazioni di public speaking, attraverso tecniche di mindfulness;

4) Apprendimento efficace: attraverso la mindfulness e la tecnica EMDR vengono migliorati i processi di apprendimento dei singoli, andando a lavorare sui processi attentivi e mnemonici, aumentando la capacità di comprensione e di sedimentazione del contenuto;

5) Riduzione dello stress: lo stress sul luogo di lavoro ha conseguenze negative sul benessere delle persone, sulla loro produttività ed emotività. L’obiettivo del corso è condividere una pratica quotidiana in grado, nel tempo, di ridurre lo stress e quindi di influire positivamente sulla quotidianità dei lavoratori, assicurando risultati professionali migliori e il raggiungimento degli obiettivi prefissati;

6) Attenzione consapevole

7) Formazione personalizzata: in base alle peculiari esigenze di ciascuna azienda, StudioPsiche crea dei percorsi formativi personalizzati, al fine di rispondere alle richieste in modo efficace ed efficiente, portando ai risultati desiderati.

Educazione emotiva e affettività nelle scuole

La Dott.ssa Clarissa Chiti si occupa di educazione affettiva nelle scuole superiori di Firenze e Prato. L’obiettivo è facilitare la comprensione, l’identificazione e la gestione delle emozioni. Imparare a riconoscere e a gestire le proprie emozioni facilita il vissuto emotivo e relazionale di ciascun individuo.

 

Come noi tutti sappiamo, le emozioni sono adattive, universali e fanno parte delle nostre vite quotidianamente. L’intensità con cui le viviamo le rende distruttive o adattive. Imparare a gestirle ci permette di vivere in un maggior benessere psicologico.

Sostegno Scolastico e Psicoeducazione

La dottoressa Chiara Giordani si occupa di sostenere psicologicamente il percorso scolastico degli adolescenti e degli studenti universitari, aiutandoli attraverso uno o più incontri a diventare consapevoli di quale sia l’approccio ottimale allo studio, a prescindere dalla materia in questione, in base alle caratteristiche ed alle esigenze del singolo. L’obiettivo degli incontri è modulato sulle richieste dello studente e può essere di varia natura:

-Motivazionale: molti studenti, sia universitari che adolescenti, possono sentirsi poco motivati nello studio, sia in una fase di transizione, sia nella continuità del percorso scolastico. In questo caso, gli incontri si concentreranno prevalentemente sulla ricerca di motivazione, sulla focalizzazione degli obiettivi e sull’esplorazione di un nuovo approccio di studio che faciliti la motivazione stessa;

-Metodo di studio efficace: le difficoltà che si incontrano durante gli anni di istruzione sono spesso legate alla mancanza di un metodo di studio efficace, il quale non rappresenta una tematica affrontata a scuola, ma viene richiesto allo studente di strutturarlo individualmente. Trovare il metodo di studio ottimale nell’applicazione di tutte le materie non è una sfida semplice, ma riuscire a farlo permette allo studente di facilitare il proprio percorso di studio a tutti i livelli di istruzione, a prescindere dalla materia trattata. In questo caso, gli incontri si focalizzeranno sulla sostituzione del vecchio metodo di studio con uno nuovo, che si baserà sulle competenze dello studente e sulle sue caratteristiche di personalità (ad esempio: una persona molto organizzata potrebbe preferire fare degli schemi per un’interrogazione, mentre una persona più creativa potrebbe preferire l’utilizzo di immagini o slides);

-Psicoeducazione: molti studenti vivono lo studio con uno stato di malessere interiore, che può causato da fattori di diversa natura (sociali, familiari, personali, etc.).

In caso di assenza di difficoltà comprovate a livello scolastico, come la presenza di un Disturbo dell’Apprendimento, è funzionale ed efficace per presente ed il futuro esplorare i motivi alla base di questo vissuto negativo. Tali fattori verranno affrontati da un punto di vista pratico, non trattandosi di un colloquio clinico ma di sostegno scolastico, attraverso la loro individuazione e la messa in atto di un processo adattivo che fa diventare lo studente da succube del proprio malessere ad agente attivo per raggiungere i propri obiettivi, canalizzando quel vissuto in vie innovative e creative.

Psicologia Giuridica

La psicologia giuridica è chiamata principalmente a descrivere la storia personale (profilo psicologico) delle persone coinvolte in procedimenti giudiziari, al fine di indicarne i dati comportamentali e sottoporli al vaglio dell’autorità giudiziaria incaricata del processo civile o penale. Comprende lo studio dei fattori della personalità: intelligenza, carattere, attitudini, bisogni, tendenze, motivazioni, stimoli, socializzazione, fragilità psichica, deficit intellettivo, stress psicosomatico, affaticamento mentale, morbilità psichica, pericolosità sociale. Rientrano in tali aree di studio anche gli aspetti psicologici di: separazione, divorzio, adozione nazionale e internazionale, affido etero-familiare dei minori, maltrattamento dei minori, abuso sessuale, comportamento deviato, violenza di gruppo, turbamento mentale e psicofisico della vittima, pedofilia, minori a rischio di devianza, bullismo, dipendenze e sfruttamento, valutazione / misurazione del danno psichico, funzionamento dei servizi sociali, delle case-famiglia e dei centri di accoglienza e recupero. Infine si sottolinea che la psicologia giuridica fornisce gli strumenti conoscitivi / operativi per la realizzazione del “colloquio protetto”, della “consulenza tecnica” e della “perizia psicologica”, in ambito civile e penale.

Psicodiagnostica

La psicodiagnostica o testistica, si riferisce a una disciplina che ha come scopo la valutazione diagnostica in termini psicologici e psicopatologici, utilizzando un’ampia gamma di strumenti self-report, interviste semi-strutturate, batterie testiche psicologiche (es. neuropsicologiche, proiettive, test di intelligenza, etc.), inventari di personalità e tecniche di osservazione.

 

A seconda dello scopo, dell’ambito di indagine e dei soggetti target della valutazione psicodiagnostica, si definirà l’utillizzo di strumenti, tecniche e procedure specifiche e differenziate.

 

La valutazione psicodiagnostica vede tra i suoi ambiti di applicazione più frequenti l’ambito clinico e psicopstologico in relazione all’età evolutiva e all’età adulta, l’ambito neuropsicologico avente come obiettivo la valutazione del funzionamento cognitivo e neuropsichico di soggetti (spesso con diagnosi neurologiche di diverso tipo, dalle demenze alle malattie neurodegenerative, traumi cranici, etc), l’ambito giuridico-forense, l’ambito della psicologia del lavoro e l’ambito scolastico in interazione con la psicopatologia dell’età evolutiva per la valutazione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA).

Scopri la sede più vicina a te!

Designed by Francesco Laganà

Whatsapp

E-Mail

Whatsapp

E-Mail

Whatsapp

E-Mail

Whatsapp

E-Mail